Epatite C

L’AVVOCATO MARCO RAMADORI

  • L’Avvocato Marco Ramadori è iscritto all'Ordine degli Avvocati di Roma
  • Iscritto all'Albo Speciale degli Avvocati Cassazionisti.
  • Presidente del CODACONS e Coordinatore dell’Ufficio Legale Nazionale.
  • Fondatore di ARTICOLO32, network nazionale di avvocati e di medici specializzati nel risarcimento del danno alla salute.
  • Presidente di CODACTION -Consumers' Democracy in Action- il network internazionale di associazioni dei consumatori europee
  • Consigliere del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti presso il Ministero delle Attivita’ Produttive.
  • Presidente dell’Osservatorio sulla Televisione e sullo Spettacolo del Codacons.
  • Da anni si occupa di azioni giudiziarie per la tutela del diritto alla salute, sia privatamente con il suo Studio privato che coordinando le azioni collettive e class action del Codacons.
Epatite C

VITTIMA DI DANNI DA EPATITE C?

AGISCI PER IL RISARCIMENTO DEL DANNO

Negli anni passati, la trasfusione di sangue infetto e’ stata una grande fonte di contagio dell’epatite c. Solo nell’anno 1989 è stato finalmente identificato il virus HCV, e da allora il rischio di contrarre l’infezione si e’ ridotto.

Purtroppo fino al 1989 il virus ha contagiato oltre UN MILIONE E MEZZO di soggetti ed è stato responsabile del 75% dei casi di cirrosi epatica.

Anche se inizialmente l’epatite può essere asintomatica, con il tempo la qualità di vita dei malati è pessima, perchè il virus entrato nell’organismo e, in base alla sua maggiore o minore virulenza, e alla predisposizione immunologica del ‘ricevente’, comincia ad “attaccare” il fegato, arrecando gravissimi danno e in alcuni casi la morte.

L’epatite c e’ la piu’ pericolosa tra le epatiti, perchè nella metà delle persone contagiate diventa cronica, ossia comporta la degenerazione del tessuto del fegato: le funzioni dell’organo diminuiscono e, nel circa il 5% dei casi, la cirrosi sviluppa in tumore.

La Legge 210 del 25 Febbraio 1992 prevede, quale indennizzo, un assegno mensile a favore di tutti coloro che risultino contagiati da epatiti post trasfusionali, HIV e vaccinazioni obbligatorie e presentino danni permanenti e irreversibili alla integrità psico fisica.

E’ possibile inoltre agire giudizialmente:

  1. Nel caso non venga accettata la propria domanda ex Legge 210/1992
  2. Anche nel caso di ottenimento dell’indennizzo, per ottenere un ulteriore risarcimento dei danni, che tenga in considerazione il danno alla integrità psico-fisica, l’invalidità parziale e il danno futuro sulla qualità di vita compromessa con la contratta infezione virale.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

  • Esclusivamente nel campo dei danni alla salute, questo Studio offre consulenza gratuita e assistenza giudiziaria senza nessun anticipo di compensi, su tutto il territorio nazionale.
  • “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività.” L’articolo 32 della Costituzione italiana tutela il diritto alla salute, ma troppo spesso il concreto risarcimento di una lesione all’integrita’ fisica e’ estremamente difficile per il cittadino. Chi subisce un danno alla salute non sempre e’ consapevole dei propri diritti, e rinuncia di fatto a massimizzare il giusto risarcimento economico.
  • Se sei stato vittima di un danno alla salute, compila i campi sottostanti e premi Invia.
  • I nostri avvocati ti contatteranno telefonicamente e, se valuteranno il tuo caso fondato, ti richiederanno eventuale ulteriore documentazione.
  • Se tale nostra valutazione avra’ un esito finale positivo, potrai essere assistito dal nostro Studio senza nessun anticipo di compensi, con la sottoscrizione di un contratto che prevede il pagamento dei compensi a questo Studio solo con una percentuale del risarcimento eventualmente ottenuto.
  • In caso di mancato ottenimento di un risarcimento, nulla sara’ dovuto a questo Studio.